Loading...

evento


13/01/2017

L’Amarone va a teatro - Verona

Musica e vino sono un binomio che ha sempre funzionato. Per questo le Famiglie dell’Amarone d’Arte hanno deciso di portare l’Amarone e i vini della Valpolicella al Teatro Ristori di Verona conosciuto per il suo ricco cartellone musicale. «Vino, musica e teatro hanno tante affinità e sono strumenti per far crescere la curiosità, la voglia di conoscere e di sentire (e assaggiare)», afferma Sabrina Tedeschi, presidente delle Famiglie dell’Amarone d’Arte. «Hanno la cultura della cordialità e dell’amicizia, sono capaci di fortificare lo spirito ed entusiasmare. Ecco perché abbiamo abbinato musica e Amarone».

Alle 19.15 nel foyer del Teatro, a turno, dieci tra i produttori delle Famiglie dell’Amarone d’Arte guideranno il pubblico in una degustazione di Amarone, Ripasso e Valpolicella, presentando la propria filosofia produttiva e le proprie aziende. Al termine, alle 20.15, gli artisti della serata brinderanno con il pubblico e il produttore. I tasting sono a ingresso libero e riservati a tutti coloro che saranno in possesso del biglietto d’ingresso ai dieci spettacoli abbinati, previa prenotazione obbligatoria della degustazione all’indirizzo mail del teatro (info@teatroristori.org).

Ecco il calendario:

13 gennaio: Masi Agricola e il terzo concerto Italian jazz style di Enrico Rava new4et.

20 gennaio: Zenato e la musica barocca di Bach suonata dai Virtuosi Italiani nei concerti per 2, 3 e 4 clavicembali.

21 febbraio: Speri e lo spettacolo di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura.

15 marzo: Guerrieri Rizzardi e l’orchestra sinfonica Streicher Akademie Bozen e Frank Peter Zimmermann al violino e come direttore.

21 marzo: Tedeschi e il jazz di Quintorigo e Roberto Gatto.

30 marzo: Torre d’Orti e il Concerto italiano di musica barocca “Notte, storie di amanti e guerrieri” diretto da Rinaldo Alessandrini.

5 aprile: Venturini e le danze della Colecciòn Tango della Compagnia de Leonardo Cuello.

13 aprile: Tenuta Sant’Antonio e le danze della Rioult Dance di New York “Serata Bach”.

4 maggio: Tommasi e le musiche barocche di Vivaldi, Pergolesi e Handel cantate dal contralto Sara Mingardo.

17 maggio: Allegrini e l’orchestra Filarmonica di Novosibirsk con Vadim Repin al violino.