METODOLOGIA E VINIFICAZIONE


La cura della vigna e il rispetto dell’equilibrio naturale


La concimazione organica e chimica (letame e concimi) è stata sostituita dall’utilizzo di compost vegetale, ottenuto da fermentazioni di ramaglie, microorganismi e rifiuti umidi civili.

E’ favorito l’inerbimento totale senza l’uso di diserbo chimico, l’integrazione di sovesci e lo sfalcio delle malerbe. Nel periodo estivo l’uso di prodotti tradizionali, quali rame e zolfo, per la difesa fitopatologica è fortemente ridotto e affiancato da confusione sessuale per la lotta agli insetti.

Tenuta Sant’Antonio utilizza lieviti selezionati direttamente da uve di propria produzione, nutriti con alimenti organici e non con prodotti chimici. Il monitoraggio delle temperature del vino è costante e l’azoto viene utilizzato in tutte le fasi di lavoro come protettivo antiossidante.

Tutti i vini, bianchi e rossi, rimangono sempre a contatto con le proprie feci fini e sono mantenuti in sospensione da miscelatori posizionati sul fondo dei vasi vinari di acciaio inox. Nelle botti, con il metodo tradizionale del battonage.
La pulizia dei vini avviene solo pochi giorni prima dell’imbottigliamento.