Loading...

news


30/08/2016

La vitienologia soft

La vendemmia si è conclusa, ma non il nostro lavoro. Ora inizia il periodo più intenso per quanto riguarda le attività in cantina. Ma vogliamo fare qualcosa di più. Non ci basta fare del vino di ottima qualità, vogliamo contribuire a diffondere un nuovo modo di farlo. Per questo abbiamo organizzato un seminario aperto a stampa, critica, wine lovers e addetti ai lavori:

01 dicembre 2016, dalle ore 16.30
“La vitienologia soft” 
Tenuta Sant’Antonio 
Via Monti Garbi, località San Briccio, 37030 Lavagno - Verona

Un tema che ci sta molto a cuore. Da numerosi anni siamo impegnati sul fronte della vitienologia non solo a “basso impatto ambientale”, ma capace anche di garantire la massima esaltazione dell’identità più autentica dei vini. 

Fin dall’inizio del nostro percorso produttivo abbiamo voluto investire in una viticoltura il più possibile rispettosa dell’ambiente e dei consumatori. Ma è indubbio che la nostra esperienza con la linea “Télos” ci ha spinti verso una vitienologia che noi definiamo “soft” dove le pratiche sia in vigna che in cantina vengono ridotte al minimo al fine non solo di garantire l’assenza di solfiti ma anche di esaltare le peculiarità più autentiche dei nostri vitigni. 

L’incontro sarà introdotto da Fabio Piccoli, direttore responsabile di Wine Meridian e vedrà come relatore la presenza del prof. Diego Tomasi, direttore del Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano (CRA-VIT), tra i più autorevoli ricercatori a livello internazionale nel settore vitivinicolo. L’appuntamento è presso la sede dell’azienda di San Briccio (Via Monti Garbi, località San Briccio, 37030 Lavagno - Verona) dalle ore 16.30. Seguirà degustazione e light dinner.